Vai al contenuto

Maria Rosaria Perceballi

Home » Le Letterature Comparate

Le Letterature Comparate

Viaggio attraverso il tempo letterario

La letteratura internazionale offre un affascinante panorama di storie d’amore tragiche che fanno riflettere sulle sfide sociali, culturali e personali di tutti i tempi e contesti. Nel saggio realizzato dagli studenti della SSML San Domenico di Roma, si esplorano tali tematiche attraverso l’analisi comparativa di opere provenienti da diverse tradizioni letterarie, come quelle italiana, spagnola, inglese, francese, cinese e araba. In particolare, ci si è soffermati principalmente su tre storie emblematiche e tragiche: “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare, il delitto di Giarre, e “Leila e Majnun”.

Letterature Comparate: Viaggio attraverso il tempo letterario di “Romeo e Giulietta” di William Shakespeare

“Romeo e Giulietta”, la tragedia scritta da William Shakespeare intorno al 1596, è una tra le più celebri che si conoscano. Ambientata a Verona, la storia narra l’amore proibito tra Romeo Montecchi e Giulietta Capuleti, appartenenti a famiglie rivali. Questo amore, nato sotto una cattiva stella, sfida ogni convenzione accrescendo le tensioni e i conflitti tipici delle faide familiari.

Il racconto si sviluppa attraverso incontri segreti e un matrimonio clandestino, con l’intento dei due giovani amanti di porre fine all’odio tra le loro famiglie. Tuttavia, una serie di tragici eventi, inclusi gli scontri fatali tra Mercuzio e Tebaldo e l’esilio di Romeo, conducono alla morte di entrambi i protagonisti. Solo con la loro tragica fine le famiglie Montecchi e Capuleti riescono a riconciliarsi.

Il dramma di Shakespeare non è solo una storia d’amore, ma è anche una riflessione sulla giovinezza, la passione e l’impulsività. Romeo e Giulietta diventano i simboli della lotta contro le avversità, le icone delle conseguenze devastanti e tragiche che possono derivare dai conflitti sociali e familiari. La storia di Romeo e Giulietta è stata adattata in numerosi film, opere teatrali e musical, dimostrando la sua versatilità e rilevanza, ma soprattutto l’universalità del suo messaggio. La bellezza del linguaggio shakespeariano e la profondità dei personaggi rendono “Romeo e Giulietta” un’opera senza tempo, capace di commuovere e far riflettere anche i lettori contemporanei​.

Letterature Comparate: Il delitto di Giarre

Il delitto di Giarre è un episodio tragico accaduto nel 1980 in Sicilia che presenta inquietanti parallelismi con la storia di Romeo e Giulietta. Giorgio e Antonio, due giovani omosessuali, sfidano apertamente i pregiudizi del loro tempo mostrando pubblicamente il loro amore. La loro relazione, considerata inaccettabile nella società di allora, culmina in un omicidio-suicidio che sconvolge il paese, e porta alla luce problemi profondi come l’omofobia e l’omertà.

Questa tragica vicenda differisce da “Romeo e Giulietta” principalmente per il contesto sociale. Infatti, mentre l’amore dei giovani veronesi è ostacolato dalla faida familiare, nel caso di Giarre è l’amore stesso a scatenare il conflitto e la violenza. La storia di Giorgio e Antonio non ha portato alla riconciliazione, ma ha addirittura evidenziato e ampliato le divisioni e i pregiudizi esistenti. Il loro sacrificio, tuttavia, non è stato vano. Il delitto di Giarre ha scosso profondamente l’opinione pubblica italiana, contribuendo alla nascita e al potenziamento di un movimento per l’affermarsi e la salvaguardia dei diritti LGBTQ+ in Italia. Le manifestazioni di solidarietà e le richieste di giustizia hanno iniziato a incrinare l’omertà, e a sensibilizzare la società sulla necessità di accettazione e uguaglianza.

Il caso di Giarre ha quindi una doppia valenza: Rappresenta una testimonianza dolorosa delle discriminazioni subite dalle persone omosessuali, ma è anche un simbolo di resistenza e di lotta per i diritti civili. La storia di Giorgio e Antonio sopravvive ancora come monito e fonte di ispirazione per le generazioni future.

Letterature Comparate: Viaggio attraverso il tempo letterario di “Layla e Majnun”

“Layla e Majnun” è una celebre storia d’amore della tradizione araba, spesso paragonata a “Romeo e Giulietta” per la sua intensità e tragicità. Scritta da Nizami Ganjavi nel XII secolo, questo poema racconta l’amore folle e incontrollabile di Qays (Majnun) per Layla. Il loro amore è ostacolato dalle convenzioni sociali del tempo, ma anche familiari attraverso il rifiuto del matrimonio da parte della famiglia di Layla, che condurranno Qays alla follia.

Majnun abbandona tutto per vivere come un eremita nel deserto, componendo versi struggenti per la sua amata. La storia culmina con la morte dei due amanti, uniti solo nella morte. “Layla e Majnun” esplora tematiche universali come l’amore, la sofferenza e il destino crudele, mettendo in luce come le convenzioni sociali e familiari possano distruggere vite e sogni.

Questa storia ha avuto un forte impatto sulla letteratura e le culture persiana e araba, ispirando di fatto poeti, scrittori e artisti per secoli fino ai giorni nostri. La figura di Majnun, il “pazzo per amore”, è diventata un simbolo della devozione assoluta e incondizionata della sofferenza amorosa. Layla e Majnun sono stati celebrati in canzoni, film e opere teatrali, e la loro storia continua ad essere ricordata per la profondità emotiva e la capacità di rappresentare l’amore come una forza travolgente e inevitabile.

“Leila e Majnun” non è solo una storia d’amore appassionata e tragica, ma è anche una forma di meditazione sulla natura umana, sulla spiritualità e sul sacrificio. La purezza e l’intensità del loro sentimento contrastano con le rigide norme sociali, mostrando come l’amore possa essere allo stesso tempo una benedizione e una maledizione​.

Leggi il nostro saggio sulle Letterature Comparate

Queste storie, seppur provenienti da contesti culturali, confini e limiti temporali diversi, condividono temi universali di amore, conflitto e tragica fine. La loro analisi comparata puntuale e precisa offre una profonda comprensione delle dinamiche umane e delle sfide sociali. Si invitano i lettori ad esplorare queste opere, non solo per apprezzarne la bellezza letteraria, ma anche per riflettere sui temi eterni e universali che affrontano. Le Letterature comparate insegnano che, nonostante le differenze culturali, le esperienze umane fondamentali sono universali e senza tempo.

Queste storie dimostrano come l’amore possa superare le barriere sociali e culturali, ma anche come possa essere ostacolato e soffocato da esse. “Romeo e Giulietta”, il delitto di Giarre e “Leila e Majnun” mostrano che l’amore è una forza potente e universale, capace di sfidare le convenzioni e rivelare le profondità dell’animo umano.

L’invito è a scoprire di più di queste storie affascinanti, a lasciarsi coinvolgere e trasportare dalle emozioni e dai drammi che hanno attratto e preoccupato generazioni di lettori. Attraverso la lettura comparata, si può imparare a vedere il mondo da diverse prospettive, e a riconoscere le connessioni profonde che uniscono le esperienze umane, indipendentemente dal tempo e dallo spazio. Clicca qui per guardare il video inerente a questo contenuto.

Di seguito, potrai visionare il relativo saggio in formato PDF scaricabile.

Loading

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *